STORIE PER BAMBINI DA STAMPARE

All’interno del sito www.storieperragazzi.it troverai tante storie per bambini da stampare, fiabe per bambini gratis e, di certo, anche fiabe per bambini da scaricare.

Come? Basterà seguire le indicazioni guida presenti nel sito ed entrare nelle giuste sezioni per operare nelle modalità sopra descritte.

Le storie per bambini da stampare contengono sia il testo, sia disegni da stampare, per fare in modo che i piccoli lettori possano comprendere e seguire la trama del racconto in via semplice e divertente. Durante la lettura di questi brevi racconti, potranno soffermarsi a colorare i disegni o le sagome stampate e questa attività renderà più piacevole la loro lettura.

Per i bambini, inoltre, è molto più facile leggere e seguire una fiaba stampata, rispetto ad una fiaba presente sul monitor perché perde meno l’attenzione e non viene distratto da ciò che compare attorno alla fiaba. Già il fatto di far scorrere sul monitor il testo con il mouse crea, di per sé, un momento di distrazione e di stacco da ciò che si sta leggendo. Da questo punto di vista ritengo che per i più piccoli sia necessario l’uso del testo stampato, tangibile e manipolabile, affinché riescano a creare un contatto più diretto  con i personaggi, le diverse situazioni, con l’autore. Una fiaba letta dal monitor richiede più passaggi cognitivi perché oltre al saper leggere, i bambini devono saper usare il computer e risolvere eventuali problemi di software che potrebbero sorgervi. Invece, il cartaceo, consente di rileggere più volte qualche frase o parola, senza far uso di un mouse o di una tastiera. Ciò permette al lettore di appoggiare ‘indice sulla carta per seguire ciò che è scritto e, quindi, di manipolare la sua lettura. E invece di cercare sulla barra degli strumenti il comando corretto per evidenziare qualcosa in particolare, basta che prenda un pastello od un evidenziatore ed evidenzi ciò che più gli interessa. Sono del parere che i bambini sentano il bisogno di far proprio ciò che usano e che sia, dunque, fondamentale per loro poter manipolare ciò che viene loro presentato. Tutto ciò che vedranno in un monitor resterà, invece, dentro quel monitor e conservato dentro un hard disk. Nonostante noi pensiamo che i bambini siano molto attratti dal computer e che, sfruttando la loro curiosità per il pc, riusciamo a migliorare l’apprendimento attraverso tali strumenti, in realtà è importante sempre ricordare che ci deve essere sempre un mediatore tra questi potenti mezzi e i bambini. Quante volte è capitato, infatti, di comprare un gioco inerente alla matematica o all’italiano, con esercitazioni varie, credendo che il proprio figlio o alunno si diverta con tali attività e poi invece tali giochi vengono lasciati da parte e ritenuti noiosi dagli stessi? Questo accade perché i piccoli considerano il computer innanzitutto come uno strumento di gioco e di svago e pertanto credono di non doversi sforzare e concentrare davanti ad un pc. Essi cercheranno i giochi o i programmi che più li divertono, come “tux” e altri dove si può colorare, cancellare,ecc…

Lascia un commento